L'importante è che la morte ci colga vivi (Marcello Marchesi)

"L'importante è che la morte ci colga vivi" (Marcello Marchesi)

martedì 31 marzo 2009

FIAT-CHRYSLER. IL GOVERNO DEL FARE STA A GUARDARE. L'ITALIA COSI' PORTA UN RISULTATO CONCRETO.

NON VI ANNOIERO' CON LA CRONACA DELL'ACCORDO OBAMA-CHRYSLER-FIAT. CI PENSANO GIA' TUTTI GLI ALTRI ... MA ALLE 13:15 DEL 31 MARZO MI SONO COLLEGATO CON IL SITO DE "IL GIORNALE" E NELLA HOME PAGE NON HO TROVATO NULLA SULLA NOTIZIA E VOLEVO FARVELO SAPERE.


STRANO, MA VERO. C'E' SUL CORRIERE DELLA SERA, SU L'UNITA', SU REPUBBLICA, INSIEME ALLA NEWS SU MARIO CHIESA (VEDI POST PRECEDENTE). 


TEMEVO CHE IL BERLUSKAZZ O QUALCUNO DEI SUOI SERVITORI PRENDESSE IL DESTRO PER INCENSARSI DI CHISSA' QUALE LAVORO SOTTERRANEO FATTO IN FAVORE DI FIAT.


TEMEVO CHE LA FIAT FINISSE MALE QUESTA AVVENTURA AMERICANA PRIMA DI INIZIARLA, GRAZIE ALLE MEMORABILI BATTUTE SUGLI ABBRONZATI...


MARCHIONNE SI STA DIMOSTRANDO DEGNISSIMO EREDE DI VALLETTA, PER I DESTINI FIAT.


E IL GOVERNO DEL FARE (?) STA ANCORA A GUARDARE DOVE VA IL MONDO E DOVE VA L' UMANITA', ARGOMENTI SCONOSCIUTI NEL MONDO PROVINCIALE DEL POPOLO DELLA LIBERTA'.


E' EVIDENTE CHE SE GLI USA SALVERANNO IL SETTORE AUTO, CON L' INCENTIVO TECNOLOGICO DELLA FIAT PER UN MONDO PIU' "RISPARMIOSO" E PULITO, LE PROBABILITA' CHE SI SUPERI MEGLIO QUESTA CRISI SPAVENTOSA SONO MOLTO SUPERIORI.


PROBABILMENTE A PALAZZO GRAZIOLI STANNO IN COLLERA PER ESSERE STATI LASCIATI FUORI LA PORTA, PROBABILMENTE NON INFORMATI.LO VEDREMO NELLE PROSSIME GIORNATE ... 

3 commenti:

  1. strano ma vero..stesso percorso,frutto di uno scetticismo atavico,e ..mi sento come un galleggiante nello sciacquone che spera d'essere boa in mare..ma anche io sto sospesa a questo punto..(!)

    RispondiElimina
  2. un bel colpo cmq

    RispondiElimina
  3. Probabilmente staranno studiando il modo di far passare l'accordo come una strenua trattativa di silvietto dietro le quinte. Così poi potranno dire che è una personcina così umile da non prendersi neanche i meriti delle sue opere.

    P.S. Vedo che anche tu, come me, sei un temerario che va a sbirciare di cosa si sparla e chi si sputtana quotidianamente su quel bolletino di governo che è "Il Giornale". Povero Indro....

    RispondiElimina